Contattaci per una Consulenza al Telefono +44 (0) 20 71 12 80 22 o via una Email info@theitalianlawyer.com

Sopravvivere alla Brexit: potrebbe essere la tua ultima possibilità di richiedere la residenza come cittadini dell'UE

Il 23 giugno 2016 il Regno Unito ha tenuto un referendum sulla sua adesione all'UE. La domanda che gli elettori devono affrontare è stata: "Il Regno Unito dovrebbe rimanere membro dell'Unione Europea o lasciare l'Unione Europea?". 51.89% degli elettori hanno votato per lasciare l'UE. Il Regno Unito ha lasciato l'UE il 31 gennaio 2020.

L'accordo tra Gran Bretagna e Unione Europea prevede che la transizione alla Brexit si concluderà il 31 dicembre 2020 fino ad allora le normative europee sulla libertà di circolazione delle persone, dei servizi, dei capitali e delle merci continueranno ad essere valide per il Regno Unito.

Inoltre, l'accordo di recesso UE-Regno Unito prevede che i britannici che risiedono già legalmente in un paese dell'UE abbiano il diritto di rimanervi, e ciò include le persone che si spostano tra il giorno della Brexit e la fine del periodo di transizione.

Cosa sai fare?

L'intento del governo è quello di “proteggere i cittadini che hanno costruito la propria vita sulla base dei diritti derivanti dall'appartenenza del Regno Unito all'UE”.

Ciò significa che, per come stanno le cose, puoi ancora fare domanda come cittadino di uno Stato membro dell'UE fino al 31 dicembre 2020 e la maggior parte dei vantaggi per gli Stati membri dell'UE verranno riportati dopo la Brexit, a condizione che la domanda venga presentata prima della data della Brexit. Pertanto, ti è permesso trasferirti in Italia durante questo periodo, e dovrebbe essere in genere consigliabile cogliere questa opportunità poiché le cose dovrebbero diventare molto più complicate dopo la scadenza del 2020.

È importante sottolineare che l'Italia è stato il primo Paese dell'Unione Europea a fornire garanzie ai cittadini britannici nell'Europa post Brexit, anche in caso di “no deal”.

Per questo motivo il 25 marzo 2019 il Governo italiano ha adottato il Decreto Brexit (Decreto Legislativo n. 22 convertito in Legge n. 41 del 20 maggio 2019), esplicitamente finalizzato a “garantire la stabilità finanziaria e l'integrità del mercato, tutela dei diritti dei cittadini britannici che risiedono in Italia, così come il rafforzamento della rete consolare nel Regno Unito e l'assistenza alla comunità italiana ivi ”.

In particolare, l'articolo 14 afferma che “Le disposizioni relative alla residenza dei cittadini del Regno Unito e dei loro familiari, anche se non sono cittadini di uno Stato membro dell'Unione Europea, sono presenti sul territorio nazionale alla data del recesso della Gran Bretagna dal Unione europea".

Ciò significa che un cittadino britannico registrato come residente in Italia entro il 31 dicembre 2020 manterrà il diritto di rimanere in Italia e godere del sistema sanitario universale italiano, dell'istruzione, del diritto al lavoro, ecc.

Sappiamo che circa un milione di britannici vive in altri paesi europei di cui circa 60.000 in Italia. Potranno spostarsi all'interno dei paesi dell'UE senza limitazioni fino alla fine del 2020. Inoltre, se risiedi in Italia da cinque anni o più, avrai diritto a un permesso di soggiorno permanente.

 

FAI ATTENZIONE: Se non sei registrato come residente, purtroppo risiedi in Italia da molti anni non si qualifica tu per restare e vivere in Italia.

 

Se sei uno dei tanti inglesi che ha inseguito il sogno di trasferirsi in Italia, come piano pensionistico o semplicemente per iniziare una nuova vita al sole, potrebbe essere la tua ultima possibilità per realizzare il tuo sogno.

Dopo il 31 dicembre 2020, infatti, ai cittadini britannici non registrati come residenti italiani al momento della Brexit si applicheranno le disposizioni standard in materia di immigrazione applicabili ai cittadini di paesi non UE e non Schengen. Pertanto, ad esempio, i cittadini britannici potranno soggiornare in Italia per non più di 90 giorni entro un periodo di 180 giorni.

Se desideri essere preparato da questo nuovo scenario nel miglior modo possibile, è consigliabile nominare un professionista specializzato per esaminare le tue circostanze personali e gli obiettivi per essere pronto ad agire ed eventualmente presentare le tue candidature entro la fine del 2020 .

La pianificazione è la chiave per minimizzare gli effetti negativi e massimizzare i benefici di alcune opportunità ancora disponibili per i prossimi mesi. È importante tenere presente che, tradizionalmente, la maggior parte degli uffici pubblici italiani rallenta notevolmente le proprie attività prima della pausa natalizia. Se stai pianificando di diventare un residente italiano, è consigliabile fare piani per farlo entro la fine di ottobre 2020.

Possiamo aiutarti a sopravvivere alla Brexit!

Il nostro Studio Legale Internazionale è a disposizione per assistere i cittadini britannici durante il processo di ottenimento della Residenza Permanente in Italia. Per una consulenza dettagliata e personalizzata, non esitate a contattare il nostro Ufficio Immigrazione.

0 0 votazione
Valutazione dell'articolo
sottoscrivi
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
0
Mi piacerebbe i tuoi pensieri, per favore commenta.X